Logo_ThreatConnect

Protezione del DNS senza rivali, con velocità e rapidità.

Massima tranquillità con un gateway Web sicuro, premiato come il più semplice da installare e DNS resolver più veloce.

L’AZIENDA

DNSFilter è nato dalla necessità: il CEO e co-fondatore di DNSFilter, Ken Carnesi, era stanco delle soluzioni di sicurezza DNS esistenti sul mercato. Queste infatti erano troppo costose, obsolete o inefficaci. Invece di accontentarsi di una soluzione scadente, si è impegnato a crearne una di cui avrebbe potuto fidarsi per sé e per i suoi clienti.

DNSFilter è stata fondata nell’ottobre 2015. L’obiettivo per il CEO Ken Carnesi, il Chief Architect Brian Gillis e l’ex Chief Technology Officer Mike Schroll era ambizioso. Si sono proposti di creare “Il Miglior Filtro DNS Sul Mercato”. La loro visione era quella di sviluppare un prodotto più efficace nel bloccare le minacce rispetto ad altre soluzioni, mantenendo allo stesso tempo la facilità d’uso e un supporto di classe mondiale.

Nel 2018 DNSFilter ha acquisito l’azienda Webshrinker: uno strumento di categorizzazione dei domini basato sull’IA che alimenta la nostra capacità di classificare e filtrare siti al volo. L’accoppiamento di Webshrinker con la soluzione di sicurezza DNS ci ha reso la soluzione più efficace sul mercato.

RICHIEDI INFORMAZIONI

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

DNSFilter Annual Security Report

I dati da oltre 25 trilioni di richieste DNS

LE FUNZIONI PIÚ IMPORTANTI
PER UN BUON DNS FILTERING

Semplice creazione di policy
La creazione di una politica di filtraggio DNS richiede solo 3 clic. Gli utenti possono bloccare 36 categorie di contenuti e 8 categorie di minacce e pubblicità e tracker.

Blocco delle Minacce a Livello DNS
Secondo un rapporto del resolver pubblico Quad9, il 35% delle violazioni potrebbe essere bloccato utilizzando un semplice software di filtraggio DNS. DNSFilter protegge gli utenti dall’accesso a siti maligni e sospetti, che sono la causa di quasi un terzo degli incidenti di sicurezza.

Implementazione Flessibile
Offriamo il filtraggio DNS tramite implementazione agentless: basta indirizzare la tua rete al nostro resolver e ci occupiamo del resto. Oppure installa facilmente DNSFilter su dispositivi individuali per un tracciamento, una segnalazione e una creazione di politiche più dettagliati.

I BENEFICI DEL DNS FILTERING

-Blocca le minacce prima che colpiscano la tua rete
-Controllo granulare su come vengono utilizzati la rete e i dispositivi
-Insight su quali tipi di minacce potrebbero avere un impatto sulla tua rete
-Aumento della produttività bloccando i siti perditempo
-Report a livello utente su siti e app utilizzati dai dipendenti
-Soddisfare i requisiti di conformità PDNS o CMMC relativi alla protezione del filtraggio DNS

CONTENT FILTERING

Il filtraggio dei contenuti è l’atto di bloccare i contenuti Web indesiderati e consentire la visitabilità dei contenuti “appropriati” o “favorevoli”. In DNSFilter, eseguiamo il filtraggio dei contenuti a livello DNS supportato dal nostro machine learning, Webshrinker.

Il nostro machine learning è stato addestrato per classificare siti mai visti prima, il che significa che disponiamo della classificazione dei contenuti più accurata e aggiornata disponibile. I clienti DNSFilter possono scegliere tra oltre 35 categorie di contenuti, 7 categorie di minacce e opzioni di ricerca sicura che possono bloccare o consentire. Ciò offre ai nostri utenti la possibilità di personalizzare completamente i contenuti che desiderano bloccare e consentire.

ROAMING CLIENT

Un client in roaming è un piccolo software installato su un dispositivo, dove viene sempre eseguito in background. Il suo compito principale è fare due cose:
1) Assicurati che tutte le richieste DNS del dispositivo vadano a DNSFilter dove possono essere protette e filtrate
2) Incorpora l’identità del dispositivo nelle richieste DNS.

I clienti utilizzano principalmente i client in roaming per garantire che i dispositivi siano protetti e filtrati quando lasciano la rete protetta, per applicare policy a livello di dispositivo (come policy diverse per manager o dirigenti IT) e per ottenere report a livello di dispositivo (poiché l’ID del dispositivo è incorporato nela richiesta DNS).