SpyCloud vince 3 premi Global InfoSec da Cyber Defense Magazine

18/05/2021

Austin, TX – 17 maggio 2021SpyCloud, leader nella prevenzione delle acquisizioni di account (ATO), è stata premiata con 3 distinti Global InfoSec Awards da Cyber Defense Magazine (CDM), la rivista leader nel settore della sicurezza delle informazioni elettroniche. L’azienda ha vinto nelle seguenti categorie:

“Siamo entusiasti di essere riconosciuti per questi prestigiosi premi da esperti di infosec in tutto il mondo. SpyCloud si impegna costantemente per stare un passo avanti rispetto ai criminali informatici e rendere Internet un luogo più sicuro, proteggendo i dati dei clienti e dei dipendenti aziendali e prevenendo le frodi online. La nostra esclusiva piattaforma antifrode è alimentata dalla più grande raccolta di dati sulle violazioni del mondo che ci consente di identificare prima le violazioni in modo che le aziende possano adottare misure proattive per proteggere le proprie informazioni e i propri clienti”, ha affermato Ted Ross, CEO e co-fondatore di SpyCloud.

“SpyCloud incarna tre caratteristiche principali che i giudici cercano per diventare vincitori: comprendere le minacce di domani, oggi, fornire una soluzione conveniente e innovare in modi inaspettati che possono aiutare a fermare la prossima violazione”, ha affermato Gary S. Miliefsky, Editore di Cyber Defense Rivista.

I Global InfoSec Awards verranno assegnati virtualmente alla RSA Conference 2021.

Per saperne di più, visitare Cyberdefenseawards.

PUBBLICATO DA:<br>Domenico Panetta
PUBBLICATO DA:
Domenico Panetta
Presales Technical Engineer

ARTICOLI CORRELATI

SpamTitan & Office365 Advanced Threat Protection

SpamTitan & Office365 Advanced Threat Protection

L'Advanced Threat Protection (ATP) è un tipo di soluzione di sicurezza che protegge le organizzazioni da malware e attacchi informatici complessi, che prendono di mira i dati sensibili. L'ATP difende dall'evoluzione delle tecniche e delle strategie di attacco...

Il NIST dice no, alle credenziali compromesse

Il NIST dice no, alle credenziali compromesse

Governi e aziende, stanno riconoscendo quanto siano vulnerabili i loro cittadini e dipendenti agli attacchi informatici e stanno iniziando a essere coinvolti, negli Stati Uniti, infatti, il National Institute of Standards and Technology (NIST) ha pubblicato la Digital...