Cosa fare dopo una violazione dei dati

31/10/2023

Per molti di noi, uno dei peggiori scenari professionali ai quali possiamo andare incontro è la temuta violazione dei dati. Tuttavia, man mano che le aziende ampliano la loro presenza digitale, aumenta anche il rischio di vivere questo incubo. Le violazioni hanno conseguenze di vasta portata, tra cui pesanti perdite finanziarie e un colpo devastante alla reputazione. Per le organizzazioni che sono diventate parte della statistica, è imperativo agire rapidamente e intraprendere misure per riprendersi dagli effetti di una violazione dei dati e prevenirne un’altra. Questo articolo esplora cosa deve essere fatto per affrontare il recupero da una violazione dei dati e i passi successivi per proteggersi da futuri attacchi.

Come le Violazioni dei Dati Impattano le Aziende

Secondo il  Verizon’s 2023 Data Breach Investigations Report, l’83% delle violazioni sono causate da attori esterni. I metodi di attacco più diffusi includono attacchi di ingegneria sociale, configurazioni errate del software e lo sfruttamento degli errori umani. La dimensione sembra non essere un deterrente, con aziende come T-Mobile e Meta che sono state vittime di violazioni dei dati negli ultimi due anni.

Molte aziende utilizzano sistemi online come il cloud computing per rimanere competitive. Molte di esse hanno adottato il lavoro da casa (WFA) e luoghi di lavoro ibridi per offrire ai dipendenti opzioni più flessibili. Sebbene ciò dia potere ai lavoratori e alle aziende stesse, tali politiche aumentano il rischio di cybercrimini nei confronti dei clienti, dei dipendenti e dei fornitori.

Una reazione tempestiva a una violazione dei dati influisce sulla responsabilità complessiva di un’azienda, sulla capacità di continuare a operare e sulla reputazione generale. Sebbene non sia mai piacevole per un’azienda vedere il proprio marchio messo in evidenza per le ragioni sbagliate, le violazioni dei dati sono il tipo di campanello d’allarme che sottolinea l’importanza di una solida sicurezza.

Cause comuni delle violazioni dei dati

Le violazioni dei dati stanno diventando sempre più comuni grazie agli attacchi in evoluzione eseguiti da hacker malintenzionati. Le organizzazioni sono anche esposte al rischio quando i dipendenti cadono vittima di attacchi di ingegneria sociale, in cui gli hacker cercano fraudolentemente di ottenere le loro credenziali. La combinazione di questi due fattori lascia a un’azienda media solo pochi passi dall’esperienza di un incidente.

Le cause frequenti delle violazioni dei dati includono:

  1. Phishing
  2. Ransomware
  3. Politiche deboli relative alle password
  4. Vulnerabilità nella sicurezza dei fornitori
  5. Configurazioni errate del software

Passi da Seguire Dopo una Violazione dei Dati 

La preoccupazione principale dopo una violazione dei dati è la possibilità che gli hacker possano divulgare i dati rubati. È una cosa se l’azienda è danneggiata, ma se le informazioni personali identificabili (PII) di un cliente vengono compromesse o esposte, ciò porterà inevitabilmente a ulteriori danni come il furto di identità o frodi finanziarie. Questi tipi di escalation aggravano significativamente il problema. Di seguito sono riportati i passi che un’organizzazione dovrebbe intraprendere immediatamente dopo una violazione dei dati.

1. Rimuovere le Informazioni Coinvolte
Rimuovere tutti i dati interessati e documentare gli effetti dell’attacco. Il team IT dovrebbe effettuare un’indagine sulla violazione dei dati, raccogliendo prove di ciò che è accaduto. Dovrebbero anche identificare ogni sistema e server compromesso. Queste informazioni possono aiutare nell’analisi cibernetica forense, facilitando la determinazione di come l’hacker ha ottenuto l’accesso non autorizzato.

Disconnettere sistemi, dispositivi e reti dal punto di accesso interessato. Agire rapidamente limita la portata di un attacco da parte di un hacker. Consultare e confrontarsi con individui che comprendono gli effetti dello spegnimento di sistemi potenzialmente compromessi.

2. Limitare l’Accesso
Una volta identificata una violazione dei dati, rimuovere o limitare l’accesso alle informazioni coinvolte, che dovrebbero essere esaminate solo da coloro che fanno parte dell’effort di recupero o hanno un urgente bisogno aziendale. In questo modo, i criminali informatici non possono dirottare le credenziali dei dipendenti e ritornare. Limitare l’accesso consente anche alle squadre di risposta di aggiornare misure di sicurezza come firewall e software anti-malware.

3. Reimpostare le Password dell’Azienda
A seconda di come l’hacker è entrato e dell’entità della violazione dei dati, considerare la possibilità di reimpostare le password in tutta l’organizzazione. Se un hacker ha compromesso altri account, ciò può impedire loro di sfruttare quell’accesso. È anche una buona idea stabilire una politica standard che richieda ai dipendenti di reimpostare le loro password a intervalli variabili. L’uso di protocolli come l’autenticazione a due fattori (MFA) aumenta anche la sicurezza delle password.

La Formulazione di un Piano di Risposta a una Violazione dei Dati 

Un piano di risposta a una violazione dei dati è fondamentale per mitigare i danni. È anche un ottimo modo per ottenere un po’ di tranquillità e prepararsi per futuri tentativi.

1. Costituzione di un Team di Risposta
Riunire rappresentanti da aree come IT, legale, comunicazioni e direzione, così da stabilire un piano di azione, assegnando responsabilità a ciascun membro del team.

Successivamente, elaborare una strategia di comunicazione per informare tutte le parti interessate. Il team dovrebbe fornire aggiornamenti sullo stato a tutte le entità legali richieste entro i tempi stabiliti nelle linee guida normative. La strategia di comunicazione dell’azienda dovrebbe anche coprire l’informazione delle parti interessate pertinenti.

Informare i clienti e i dipendenti sulla problematica e su cosa viene fatto per risolverla. Entrambi i gruppi dovrebbero sentire direttamente dall’azienda stessa invece di scoprire l’incidente da un titolo di notizia.

2. Stabilire una Tempistica per il Recupero
Stabilire una tempistica per il recupero da una violazione dei dati. Ciò aiuta a razionalizzare il processo e a dare priorità agli sforzi di rimedio in base al livello di rischio. Il piano dovrebbe coprire l’identificazione della causa della violazione, come contenere i danni e ripristinare i dati e i sistemi interessati.

3. Individuare e Correggere le Vulnerabilità
L’utilizzo di strumenti di rilevamento e risposta alle minacce in tempo reale è un ottimo modo per individuare e correggere la fonte di una violazione dei dati. Questi strumenti aiutano a diagnosticare il problema e a rafforzare la sicurezza. Le aziende dovrebbero anche esaminare la loro superficie di attacco complessiva. Ciò include l’analisi degli ambienti di sicurezza dei fornitori terzi.

I test di penetrazione della sicurezza di rete, o pen testing, aiutano a rivelare falle nell’infrastruttura del server aziendale. Simulano veri attacchi ai dati aziendali, fornendo un’opportunità alle squadre di sicurezza informatica per individuare le debolezze nelle applicazioni e nei server e valutare la solidità della postura di sicurezza dell’organizzazione.

Fai di Kiuwan una Parte della Tua Difesa contro le Violazioni dei Dati

Affrontare e riprendersi da una violazione dei dati sembra essere un’esperienza terrificante, giusto? Ed è così. Non è solo una completa interruzione, ma è anche una violazione totale e un perfetto esempio di come un’oncia di prevenzione valga una libbra di cura.

La piattaforma di sicurezza delle applicazioni end-to-end di Kiuwan aiuta le aziende a identificare vulnerabilità che potrebbero portare a violazioni dei dati. La piattaforma è allineata con standard di sicurezza come OWASP, CWE e NIST. Supporta oltre 30 linguaggi di programmazione e framework principali. Clicca sul link qui sotto per ottenere una demo gratuita!

Articolo originale

Vai alla demo

PUBBLICATO DA:<br>Sara Guglielmi
PUBBLICATO DA:
Sara Guglielmi
Marketing

ARTICOLI CORRELATI

Quali sono i vantaggi di una API anti-phishing?

Quali sono i vantaggi di una API anti-phishing?

Gli esseri umani sono l’anello più debole e il phishing sfrutta l’errore umano. Gli autori di phishing inducono un senso di urgenza nei destinatari, quindi i dipendenti sono spesso costretti a compiere azioni dubbie senza pensare alle conseguenze. Il risultato è...

Come cercare malware UEFI utilizzando Velociraptor

Come cercare malware UEFI utilizzando Velociraptor

Le minacce UEFI sono storicamente limitate in numero e per lo più implementate da attori statali come persistenza furtiva. Tuttavia, la recente proliferazione di Black Lotus sul dark web, il modulo di enumerazione Trickbot (fine 2022) e Glupteba (novembre 2023) indica...